martedì, Giugno 25, 2024

Chiariello: “Mazzarri ora riprendi per mano questi fantasmi”

A Radio Napoli Centrale, nel corso di Un Calcio alla Radio Umberto Chiariello, è intervenuto con il suo editoriale.

“Sarà Mazzarri il nuovo tecnico del Napoli. De Laurentiis ha fatto questa scelta perché è consapevole di aver sbagliato, non so se lo è fino in fondo di tutti gli errori fatti quest’estate, compreso Meluso, che è fatto solo per la sua dimensione. Ha sbagliato tutto, tranne nell’inserire la figlia Valentina che ha fatto una grande operazione di marketing con risultati oggettivamente brillanti.

Nell’area tecnica, l’accentramento su De Laurentiis è stato l’errore degli errori. De Laurentiis, alla presentazione di Garcia, disse che l’aveva colpito la spontaneità. O parliamo di due persone diverse o Garcia a Napoli si è tramutato in quello che non è. La scelta sbagliata di Mazzarri ha un senso. Perché?

Per quanto De Laurentiis abbia sbagliato, non ha perso lucidità. La scelta di Mazzarri è una scelta di lucidità, ma debole. Tudor poteva essere un secondo Gattuso, ospite indesiderato, invece l’obiettivo è quello di salvare la stagione e voltare pagina, necessitando di un tecnico ad interim.

In tale logica, Tudor voleva un anno e mezzo per esprimere il suo lavoro, che senso avrebbe avuto giocarsi tutto in 15 giorni, senza neppure avere la squadra totale a disposizione? Tudor è in rampa di lancio, non è un bollito, può ancora avere una carriera importante.

Tudor non era l’uomo giusto per questo Napoli, tranne per il fatto che aveva la forza e la capacità di saper incidere subito in una squadra: l’ha fatto bene ad Udine, a Verona e Marsiglia. C’erano altri due nomi: Fabio Cannavaro e Walter Mazzarri.

Il furbacchione, all’epoca, fece un brutto sgarbo al presidente con un contratto già firmato con l’Inter perché il Napoli non aveva i soldi per puntare allo scudetto. Mazzarri, adesso che sta a spasso, è il più grande caso di autocandidatura: è diventato un simpaticone, ha ammesso di aver studiato Spalletti, si è prostituito mentalmente per rimettersi in gioco.

A Napoli ha lasciato un grande ricordo, ci mette l’anima in quello che fa, vuole la sua ultima grande chanche e De Laurentiis gliela sta dando dopo la promessa del 4-3-3, affidandosi all’usato sicuro. Walter riprendi in mano questi fantasmi, perché la commedia di Eduardo è piaciuta troppo a Garcia, adesso vogliamo del rock duro: Starway to Heaven”.


Leggi anche