FASSONE: “NAPOLI da SCUDETTO, non è più un’outsider”

Marco Fassone, ex dirigente sportivo di Juventus, Napoli, Inter e Milan, ha parlato della corsa Scudetto e del big match di sabato tra nerazzurri e partenopei a Radio Marte, nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete“.

Napoli-Inter? Sarà sfida Scudetto, tra due realtà che occupano i primi due posti e che producono il calcio più bello e spettacolare del campionato – ha spiegato -. Non vedo l’ora che inizi. I due allenatori stanno facendo sentire la loro mano, e tanto: Spalletti ha esperienza, Inzaghi ha avuto una crescita importante negli ultimi anni. Sarà una grande partita“.

Scudetto a Napoli? Sono 12 anni che gli azzurri ne annusano il profumo, ma arrivano solo a qualche centimetro dal traguardo – ha aggiunto -. E’ sbagliato dire che non è una contendente. La squadra è regolare e continua sin dal periodo in cui sono stato lì, dal 2010 al 2012. Mazzarri fece un ottimo lavoro, il progetto era embrionale e quasi nemmeno si sapeva che poteva diventare una cosa continua. Avevamo una squadra normale con Lavezzi, Cavani e Hamsik che facevano la differenza. Ora il Napoli non è più un outsider come allora, è in un’altra dimensione“.

Il Maradona? Forse non è più lo stadio che ho conosciuto io, allora era un valore aggiunto enorme. Ma venirci a giocare resta uno scoglio importante da superare – insiste Fassone -. De Laurentiis? Ultimamente non l’ho sentito, ma è sicuramente una persona diversa. Il presidente ha il suo carattere, all’epoca erano anni scoppiettanti. Ricordo con il sorriso la questione del motorino, quando accadde però ero imbarazzatissimo e preoccupatissimo“.

  Neuer, niente fascia "One Love" in Qatar: la protesta della Germania è differente

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

ULTIME NOTIZIE

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato sulle ultime notizie di calcio e sport

TI POTREBBE INTERESSARE