giovedì, Giugno 20, 2024

Juve inarrestabile: “patto di ferro” con l’agente di Zirkzee, Milan sorpreso?

Kia Joorabchian e Cristiano Giuntoli in stretto contatto: la Juventus potrebbe soffiare Joshua Zirkzee al Milan

La Juventus non molla Joshua Zirkzee e potrebbe presto tornare alla carica per l’attaccante olandese, primo obiettivo di mercato del Milan. Questo è quanto emerge dalle recenti dichiarazioni di Alfredo Pedullà sul suo portale ufficiale: "Vi abbiamo più volte raccontato come tra Kia Joorabchian e Cristiano Giuntoli ci sia da sempre un grande rapporto che si sta tramutando in un patto di ferro. Dopo quanto sta accadendo con Douglas Luiz (la telefonata con Monchi e la sponda dell’agente iraniano) dobbiamo stare molto attenti alle evoluzioni per Zirkzee. Come vi abbiamo anticipato in esclusiva nel pomeriggio, la Juventus può tornare forte sull’attaccante olandese approfittando della fase di stand-by tra il Milan e l’agente."

La Strategia della Juventus

Giovedì scorso, la Juventus sembrava defilata nella corsa per Joshua Zirkzee. Tuttavia, questa mossa potrebbe far parte di una strategia ben studiata per monitorare la situazione e approfittare di eventuali passi falsi dei rivali. Questo comportamento strategico potrebbe mettere la Juventus in una posizione vantaggiosa nel momento cruciale delle trattative.

Le Commissioni Alternanti

Le trattative tra il Milan e l’agente di Zirkzee sono attualmente in una fase di stand-by. "Proprio giovedì, il Milan si era avvicinato all’accordo ma ha dovuto registrare diverse variazioni nelle carte, specialmente per quanto riguarda le commissioni," osserva Pedullà. Questo stand-by offre alla Juventus un’opportunità unica per inserirsi e accelerare le trattative, approfittando di ogni incertezza nei negoziati tra Milan e l’entourage del giocatore.

L’evoluzione della situazione è ancora incerta e potrebbe riservare sorprese. Per ulteriori aggiornamenti, continua a seguire le notizie su questo tema affascinante del mercato calcistico.

Per approfondire l’argomento sulla fonte originale



Leggi anche