LOBOTKA domina, OSIMHEN micidiale: le pagelle del Napoli

Il Napoli sbanca Venezia e aggancia Milan e Inter in vetta al campionato. Apre un super Osimhen di testa, raddoppia e chiude la pratica Petagna nel finale. Nel mezzo un Lobotka dominante a centrocampo: queste le pagelle degli azzurri.

Ospina: 6,5. Poche parate ma buone, si fa trovare attento in tutte le circostanze in cui è impegnato. Non era facile visti gli impegni in nazionale.

Di Lorenzo: 6,5. Guida gli azzurri alla vittoria soprattutto con le sue tante sovrapposizioni: costantemente nella metà campo avversaria, diventa prezioso anche in fase di disimpegno.

Rrhamani: 7. Prende in mano ancora la difesa, vincendo tutti i contrasti e limitando tutte le soluzioni offensive del Venezia.

Juan Jesus: 6,5. Attento dietro per tutti e 90 i minuti, l’unica sbavatura quando lascia scappare Okereke in contropiede, anche se pare subire un fallo abbastanza netto.

Mario Rui: 6. Cerca spesso il lancio lungo o la giocata in profondità, perde qualche pallone più del solito. Nel finale arriva anche il giallo per un fallo su Aramu.

Lobotka: 7,5. Altra partita splendida del polacco, metronomo sulla mediana: scende a prendersi tutti i palloni e imposta sempre il gioco facendo girare il pallone ai limiti della perfezione. I numeri non mentono: chiude con il 93,7% di precisione passaggi.

Fabian Ruiz: 6,5. Bene a centrocampo, si aggiunge spesso alla manovra offensiva dei suoi anche se non trova mai passaggi decisivi o tiri da fuori. L’intesa con Lobotka è perfetta.

Politano: 7. Fatica nel primo tempo, ispirato nella ripresa: pennella il cross per la rete del vantaggio di Osimhen e si fa vedere anche poco dopo in un duetto con Zielinski che poi conclude alto da buona posizione (dal 79′ Elmas: sv).

Zielinski: 5,5. Ciò che sorprende sono i tanti errori tecnici: troppo spesso impreciso, poco incisivo sotto porta nelle poche opportunità ricevute. Esce stanco e acciaccato nei minuti finali (dall’87’ Ghoulam: sv).

Insigne: 6. Contributo importante quello del capitano, che non crea personalmente palle gol pericolose ma lavora tanti palloni cercando spesso l’assist (dal 79′ Mertens: 6,5. Dà il suo contributo, procura l’espulsione di Osimhen e calcia nel contropiede del raddoppio).

Osimhen: 7. E’ tornato ad essere micidiale lì davanti: pericoloso subito in avvio, colpisce il palo esterno a metà primo tempo e quindi, nel secondo, trova l’incornata decisiva. Un gol da fuoriclasse (dall’87’ Petagna: 7. Guida il contropiede del raddoppio, che va a segnare poi mettendo in rete dopo il tiro respinto di Mertens).

Rispondi

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato sulle ultime notizie di calcio e sport

LE ALTRE NEWS