Napoli, l’ex team manager: “Lobotka indispensabile. Meret? Tecnicamente è il più forte in Italia”

L’ex team manager del Napoli condivide il suo parere su Lobotka e Meret

PUBBLICITA

Paolo De Matteis, ex team manager del Napoli e attuale technical manager della Slovacchia, ha condiviso le sue opinioni in un’intervista a Radio CRC durante la trasmissione “Si Gonfia La Rete” condotta da Raffaele Auriemma.

De Matteis ha espresso grande stima per Lobotka, definendolo un giocatore indispensabile per il Napoli. Ha sottolineato che il giocatore riesce a garantire un’eccellente equilibrio a tutto il reparto e che sta disputando un campionato eccezionale, con ancora margini di miglioramento. Ha inoltre elogiato la resistenza fisica del giocatore, sottolineando la sua capacità di non andare mai in affanno e di non temere la pressione di due o tre avversari.

Riguardo a Meret, De Matteis ha affermato che tecnicamente è il portiere più forte d’Italia, ma ha sottolineato che giocare a Napoli non è facile. Ha sottolineato che eventuali errori vengono enfatizzati più di quanto accadrebbe in altre piazze, ma ha elogiato il portiere per la professionalità e l’integrità dimostrate sul campo.

Infine, De Matteis ha parlato dell’ex capitano azzurro Marek Hamsik, sottolineando che è amato da tutti e che la sua immagine è esposta nel palazzo della federazione slovacca. Ha annunciato che il 20 novembre ci sarà un’amichevole con il Cile, durante la quale Hamsik darà l’addio alla nazionale slovacca.

In questa intervista, De Matteis ha condiviso valutazioni interessanti su alcuni giocatori chiave del Napoli e ha parlato con grande ammirazione dell’ex capitano Marek Hamsik. Sembra che la professionalità e le qualità dei giocatori siano riconosciute anche al di fuori dei confini italiani.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Notizie del giorno

Calzona proverà a schierare Zielinski?

Ultima Partita

Prossima Partita

Classifica

Leggi anche

De Laurentiis non molla: proverà di nuovo a convincere Hamsik a tornare

C’è un filo sottile ma indistruttibile che unisce Hamsik a Napoli. Città e squadra. E non è un caso che Calzona lo avrebbe voluto nel suo staff tecnico proprio come nella nazionale slovacca e che De Laurentiis non si sia ancora rassegnato all’idea di rimandare l’appuntamento: per il momento Marek non se la sente di lasciare la famiglia, i figli, la sua Academy e la Slovacchia. Ma domani, poi, chissà. L'edizione odierna del Corriere dello...

Osimhen da record in Champions: in un dato è dietro solo ad Haaland e Mbappé

Nella sfida contro il Barcellona, Victor Osimhen ha siglato il sesto gol al Maradona nelle ultime sei partite casalinghe di Champions League. In questa particolare classifica, che considera le prestazioni dall'inizio della scorsa stagione, i soli giocatori capaci di segnare più gol in uno stadio specifico nella competizione sono Haaland all'Etihad con 12 reti e Mbappé al Parco dei Principi con 9. Questi numeri piazzano Osimhen tra i migliori attaccanti al mondo, spesso considerato il...