NAPOLI NEWS

LEGGI ANCHE

La formazione dell’ultimo Napoli di Mazzarri e il futuro

Walter Mazzarri fa il suo ritorno a Napoli, trovando una squadra sulla carta molto più competitiva rispetto a quella che aveva guidato in passato.

La sua ultima partita sulla panchina dei partenopei risale al 19 maggio 2013 contro la Roma, nella quale i Giallorossi ebbero la meglio con un risultato di 2-1.

Questa gara non aveva particolare rilevanza in termini di classifica, dal momento che entrambe le squadre non avevano obiettivi da conseguire, con la Roma fuori dalla competizione europea e il Napoli già matematicamente secondo, impossibilitato a raggiungere la capolista Juventus.

Durante quel periodo, la formazione schierata da Mazzarri comprendeva giocatori come Rosati in porta, Rolando, Paolo Cannavaro e Britos in difesa, Maggio a destra, Zuniga a sinistra, Behrami, Dzemaili e Hamsik a centrocampo, con Pandev a supporto di Cavani in attacco.

Oggi, il “nuovo” Napoli di Mazzarri vede una potenziale formazione tipo con Meret in porta, Di Lorenzo, Natan, Rrahmani e Mario Rui in difesa, Lobotka, Zielinski, Anguissa a centrocampo, e Kvaratskhelia, Osimhen e Politano in attacco.

Questa nuova configurazione comporterà non solo un cambio di sistema di gioco, presumibilmente 4-3-3, ma soprattutto un diverso gruppo di giocatori. Se a quel tempo Cavani e Lavezzi erano veri campioni, ora Osimhen e Kvaratskhelia si presentano come valide alternative. Inoltre, l’attuale rosa sembra offrire maggiori opzioni, con giocatori come Raspadori e Simeone che possono cambiare le sorti della partita.

Il ritorno di Mazzarri a Napoli porta con sé grandi aspettative, con una squadra che si preannuncia pronta a competere al massimo livello nel panorama calcistico italiano e conquistare nuove vittorie. Siamo pronti a vedere cosa riserverà il futuro del Napoli con Mazzarri al timone.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Leggi anche