Il NAPOLI si affida a MERTENS, a caccia di un gol per baby CIRO

Tutto pronto per il rush finale in casa Napoli: otto partite da vivere tutte d’un fiato, da Bergamo a La Spezia, per coltivare il sogno Scudetto. Si parte, appunto, dal Gewiss Stadium: domenica, alle ore 15, sfida all’Atalanta, che va a caccia di punti chiave nella rincorsa ad un posto Champions.

Spalletti dovrà fare a meno di tre titolari: Di Lorenzo, out per infortunio, e i due squalificati Rrahmani e Osimhen, che ha risolto le ultime due gare contro Verona e Udinese con due doppiette. In difesa toccherà a Juan Jesus e in attacco a Mertens, in settimana diventato papà dopo la nascita del piccolo Ciro Romeo. Una motivazione in più per l’attaccante belga, il cui futuro resta ancora in bilico tra il rinnovo e la possibilità (molto concreta) di un addio dopo nove anni.

Una stagione fatta di alti e bassi quella di Mertens. Dopo un inizio travagliato per un infortunio alla spalla che lo aveva costretto allo stop nelle amichevoli estive, il belga ha avuto tanti minuti da titolare dopo il brutto infortunio occorso ad Osimhen a San Siro contro l’Inter. Il momento d’oro tra novembre e dicembre: in gol contro l’Inter stessa, poi Sassuolo e Atalanta ed in mezzo la magica serata del Maradona contro la Lazio (doppietta). L’ultima rete risale alla gara contro la Salernitana, lo scorso 23 gennaio. Poi il ritorno di Osimhen, che si è preso la scena da assoluto protagonista nei mesi di febbraio e marzo.

Indiscussa la presenza del belga al centro dell’attacco partenopeo, più in dubbio quella di Zielinski alle sue spalle: il polacco ha rimediato un infortunio nel successo contro la Svezia che ha portato la sua nazionale ai Mondiali. Partita nella quale, peraltro, è andato anche a segno. Sugli esterni Insigne e Politano, favorito su Lozano visto che quest’ultimo rientrerà più tardi dal Messico. A centrocampo da valutare Fabian Ruiz (per lui qualche linea di febbre) ma c’è Anguissa, recuperato. Lo spagnolo dovrebbe comunque prendere il posto al fianco di Lobotka sulla mediana. Sulla fascia destra spazio a Malcuit per l’assente Di Lorenzo.

Rispondi

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato sulle ultime notizie di calcio e sport

LE ALTRE NEWS