NAPOLI stellare al Maradona: dominio e sei gol al SASSUOLO

Un Napoli stellare riscatta il momento buio delle ultime settimane e torna a festeggiare al Maradona. Battuto 6-1 il Sassuolo grazie soprattutto a quattro reti nei primi 20′. I partenopei sono ora a +12 sul quinto posto e praticamente qualificati alla prossima Champions League.

Spalletti ritrova nell’undici iniziale Koulibaly (out contro l’Empoli per squalifica) e Di Lorenzo, per la prima volta titolare dopo l’infortunio. In difesa confermati anche i soliti Rrahmani e Mario Rui davanti alla porta di Ospina, che torna dal 1′. A centrocampo il duo AnguissaFabian Ruiz con Mertens preferito ancora a Zielinski nel ruolo di trequartista. Gli esterni sono Insigne e Lozano, unica punta il solito Osimhen.

Anche Dionisi schiera i suoi con il 4-2-3-1. Consigli tra i pali, Ferrari e Chiriches i centrali con Muldur e Rogerio ai lati nel ruolo di terzini. A centrocampo i soliti Frattesi e Maxime Lopez. Out Traoré, sugli esterni si schierano Djuricic e Berardi con Raspadori al centro e alle spalle di Scamacca.

Primo tempo senza storia: il Sassuolo sbaglia tutto ed il Napoli sfrutta ogni varco, mettendo in difficoltà in continuazione la difesa neroverde. Al 2′, infatti, Chiriches sbaglia un banale retropassaggio mettendo Osimhen da solo davanti a Consigli: il nigeriano salta il portiere ma colpisce il palo da posizione defilata. Nulla di grave: i partenopei si rifanno poco dopo, trovando la rete del vantaggio al 7′. In gol Koulibaly, che stacca di testa su calcio d’angolo battuto perfettamente da Insigne. Al 15′ il capitano replica il cross dalla bandierina. Questa volta colpisce di testa Osimhen: palla sulla traversa ed oltre la linea per il raddoppio azzurro. Quattro minuti dopo arriva al tris: Osimhen si distende sulla destra sugli sviluppi di un contropiede e serve dall’altra parte Lozano, che batte Consigli per il 3-0. Quarto gol al 21′: serpentina di Mertens che si accentra dalla sinistra e insacca con un destro secco sul primo palo la rete del poker.

La ripresa ha poco da dire sin dai primi minuti. Il Napoli, forte delle quattro reti di vantaggio, amministra il risultato con tranquillità. Il Sassuolo prova a farsi vedere in avanti ma non mette mai seriamente in difficoltà Ospina. Al 54′ Mertens fa doppietta e cinquina: bello scambio con Fabian Ruiz, saltato Consigli e palla in rete per il 5-0. Dopo un gol annullato ai padroni di casa al 70′, Spalletti opera una serie di cambi: dentro Demme, Elmas e Politano per Fabian, Lozano e lo stesso Osimhen. Da qui la sesta marcatura azzurra: palla messa fuori da corner, inserimento di Politano e cross basso in area. Di Lorenzo liscia ma la palla arriva a Rrahmani, che calcia in rete per il 6-0. Spazio anche per Zanoli e Ghoulam all’82’. I neroverdi trovano poi il gol della bandiera all’88′: segna Lopez al termine di una serie di scambi nello stretto nell’area di rigore azzurra. Rete che fissa il risultato sul definitivo 6-1.

 

Rispondi

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato sulle ultime notizie di calcio e sport

LE ALTRE NEWS