Il Napoli non si ferma più: doppio Anguissa e Kvara, Torino ko

Il Napoli non si ferma più: sesta vittoria consecutiva tra campionato e Champions e vetta solitaria della Serie A in attesa delle rivali. Al Maradona gli azzurri battono 3-1 il Torino: doppietta di Anguissa e rete di Kvaratskhelia, tutto nel primo tempo.

Spalletti va sul sicuro: niente turnover, in campo ci vanno i migliori. Quindi Meret tra i pali, Kim e Rrahmani la coppia di centrali, Di Lorenzo e Mario Rui terzini. A centrocampo Anguissa, Lobotka e Zielinski. Gli unici dubbi erano legati al tridente d’attacco: Politano recupera in extremis e si schiera a destra, Kvaratskhelia a sinistra e Raspadori viene preferito a Simeone nel ruolo di punta. Il Torino ritrova Miranchuk, che si schiera al fianco di Vlasic sulla trequarti alle spalle di Sanabria. In porta MilinkovicSavic; Djidji, Buongiorno e Rodriguez sono i tre di difesa con Singo e Lazaro esterni di centrocampo. La mediana è completata da Lukic e Linetty.

Pronti via ed è già un Napoli spettacolare che indirizza la partita sui binari giusti. Bastano appena 6′ agli azzurri per sbloccare il risultato: discesa di Mario Rui sulla sinistra e traversone che trova Anguissa, che anticipa tutti e insacca di testa per l’1-0. All’11′ è ancora Anguissa a seminare il panico nella difesa del Torino per la doppietta personale ed il 2-0: questa volta il lancio è di Politano e il camerunense si invola per quasi 50 metri palla al piede fino ad arrivare a tu per tu con MilinkovicSavic, che batte con un rasoterra. Il raddoppio abbassa i ritmi del gioco: anche i granata provano a farsi vedere ma l’unico pericolo è una conclusione di Vlasic respinta da Meret.

  Calcio Napoli, SPALLETTI: "Buon secondo tempo. Il turnover? Bisogna dare minutaggio a tutti"

Il Napoli accelera nuovamente nella seconda parte del primo tempo: chances prima per Zielinski da fuori e quindi per Rrahmani da corner. Il tris arriva al 37′: questa volta è Kvaratskhelia a sfruttare gli spazi lasciati sulla fascia dal Torino. Il georgiano scende sulla sinistra e batte in diagonale il portiere per il 3-0. Gli uomini di Spalletti calano nel finale di tempo e gli ospiti accorciano prima le distanze e sfiorano quindi anche la seconda rete. Al 43′ Sanabria sfrutta un batti e ribatti in area per fare 3-1, poco dopo ancora l’attaccante paraguaiano va a colpire di testa in area sfiorando il secondo gol personale in pieno recupero su una dormita generale della difesa. Si va al riposo con gli azzurri avanti di due reti.

Equilibrio ad inizio ripresa con poche occasioni da una parte e dall’altra. Al 57′ contatto tra Raspadori e Lukic in area, rapido check al VAR per l’arbitro Massimi che non assegna il rigore al Napoli. Poco dopo, al 62′, primi cambi per Spalletti: dentro Simeone e Ndombele per Raspadori e Zielinski, poco più tardi esce anche uno stremato Politano per Lozano. Il Torino prova a farsi vedere nella fase finale della gara e un contatto tra Mario Rui e Singo fa infuriare Juric, che viene espulso per proteste dal direttore di gara. Le ultime due sostituzioni vedono gli ingressi di Elmas e Olivera per Kvaratskhelia e Mario Rui. Nel finale due opportunità in contropiede per Di Lorenzo prima e Lozano poi, entrambe però sprecate.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

ULTIME NOTIZIE

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato sulle ultime notizie di calcio e sport

TI POTREBBE INTERESSARE