NAPOLI NEWS

LEGGI ANCHE

OSIMHEN, l’agente: “Caso sul permesso? Nessun problema, notizie ridicole”

Il procuratore Roberto Calenda, noto per rappresentare Victor Osimhen, ha discusso le recenti notizie sul ritardo del giocatore nigeriano dal suo ritorno agli impegni con la Nazionale durante un’intervista a Radio Marte, all’interno della trasmissione “Si gonfia la rete” condotta da Raffaele Auriemma.

Calenda ha commentato ironicamente sulle notizie che hanno circolato, sottolineando che sono prive di senso e motivazione. Ha anche citato il Napoli, che ha ribadito la situazione incresciosa attraverso il direttore sportivo Giuntoli.

Il procuratore ha ricordato un precedente episodio simile durante le festività natalizie, quando l’allenatore della Nigeria aveva dichiarato che Osimhen non voleva essere convocato per la Coppa d’Africa. Calenda ha enfatizzato che Victor Osimhen ha dimostrato fin dal primo giorno un grande attaccamento alla maglia e che tale situazione è da considerare ridicola.

In merito alla corsa per lo scudetto, Calenda ha espresso fiducia sostenendo che il titolo sarà conquistato da chi commetterà meno errori, ritenendo che la fase finale del campionato sarà estremamente avvincente, con il Napoli coinvolto nella lotta per il titolo.

Il procuratore ha anche affrontato l’interesse manifestato dai club inglesi nei confronti di Osimhen, affermando che il giocatore è concentrato sul suo obiettivo di vincere e che tale determinazione è evidente nel suo atteggiamento sul campo. Calenda ha concluso sottolineando che, al momento, Victor Osimhen è focalizzato sulle sette finali rimanenti di questa stagione.

Infine, Calenda ha elogiato Juan Jesus, difensore del Napoli, affermando che questi ha dimostrato il suo valore e la sua capacità di giocare a un livello elevato. Ha lodato le qualità personali e professionali del giocatore e ha espresso apprezzamento per la gestione efficiente del Napoli nei confronti di Juan Jesus nonostante questo provenisse da due anni di inattività per motivi estranei al campo.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Leggi anche