La SERIE A sbarca nel metaverso: “Un modo per avvicinare i giovani”

La Serie A sbarca nel metaverso: nella giornata di ieri la Lega ha trasmesso per la prima volta una partita (Milan-Fiorentina) nella realtà tecnologica per gli utenti dell’area mediorientale e nordafricana.

PUBBLICITA

Ne ha parlato anche l’ad della Lega, Luigi De Siervo: “Siamo i primi a guardare in questo settore e all’innovazione che può portare. I giovani passano sempre più tempo su questa realtà del metaverso nella quale è possibile creare un avatar. Ieri abbiamo messo a disposizione dei lounge dove si poteva assistere alla partita, come dal divano di casa”.

“Nessuno vuole togliere umanità o poesia al calcio, stiamo solo mettendo la tecnologia a servizio degli spettatori – prosegue De Siervo -. Le nuove generazioni hanno bisogno di un modo di fruizione e interazione diverso per farle avvicinare allo sport, altrimenti si perderebbero perché l’audience è frammentata e dispersa”.

“Il test è andato bene, abbiamo raccolto 6.500 utenti. Non è male considerando che l’abbiamo lanciato il giorno prima – conclude -. Lo abbiamo provato in Medioriente, dove ci sono tanti giovani, ma ora lo estenderemo anche ad altri territori. Le modalità vanno messe ancora a punto”.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Notizie del giorno

Calzona proverà a schierare Zielinski?

Ultima Partita

Prossima Partita

Classifica

Leggi anche

De Laurentiis non molla: proverà di nuovo a convincere Hamsik a tornare

C’è un filo sottile ma indistruttibile che unisce Hamsik a Napoli. Città e squadra. E non è un caso che Calzona lo avrebbe voluto nel suo staff tecnico proprio come nella nazionale slovacca e che De Laurentiis non si sia ancora rassegnato all’idea di rimandare l’appuntamento: per il momento Marek non se la sente di lasciare la famiglia, i figli, la sua Academy e la Slovacchia. Ma domani, poi, chissà. L'edizione odierna del Corriere dello...

Osimhen da record in Champions: in un dato è dietro solo ad Haaland e Mbappé

Nella sfida contro il Barcellona, Victor Osimhen ha siglato il sesto gol al Maradona nelle ultime sei partite casalinghe di Champions League. In questa particolare classifica, che considera le prestazioni dall'inizio della scorsa stagione, i soli giocatori capaci di segnare più gol in uno stadio specifico nella competizione sono Haaland all'Etihad con 12 reti e Mbappé al Parco dei Principi con 9. Questi numeri piazzano Osimhen tra i migliori attaccanti al mondo, spesso considerato il...