SPALLETTI: “SCUDETTO? Obiettivo CHAMPIONS, ma siamo lì ed è una figata”

Domani al Maradona va di scena la sfida Scudetto tra Napoli e Inter. Luciano Spalletti, allenatore degli azzurri, ha parlato del match nella consueta conferenza stampa pre-partita.

Scudetto? Bisogna sempre precisare che l’obiettivo dichiarato era tenere dietro alcune più forti e rientrare tra le prime quattro – ha spiegato -. Sappiamo anche che vincere questa partita potrebbe catapultarci verso un altro obiettivo. Questa situazione è una figata, ci ha fatto passare una settimana con il sorriso, anche mentre dormivamo”.

“Gioca Koulibaly? Mi sembra irrispettoso verso chi dovrebbe fargli posto – ha aggiunto -. Kalidou è un giocatore differente, è un uomo di spessore: basta vedere quello che ha fatto in finale di Coppa d’Africa quando è andato a consolare gli avversari che hanno sbagliato il rigore. Ma devo tenere presente anche il rispetto verso chi ha giocato in queste settimane. Aspetto domani per dire la formazione”.

“Abbiamo attraversato un momento di difficoltà e siamo stati bravi a rimanere attenti sul lavoro da fare e sul comportamento, prendendo più punti possibili – ha detto -. Un esempio è la partita contro la Juve: tutti parlavano di rinviarla, noi volevamo giocarla e abbiamo fatto un gran risultato. Questo è un gruppo fantastico che ha raccolto anche meno di quanto meritava”.

“L’Inter? Squadra attrezzatissima, sono i campioni in carica. Li troveremo furiosi dopo il derby perso. Il nostro atteggiamento non cambierà – ha rivelato Spalletti -. Non possiamo tradire i nostri comportamenti, per rispetto di chi ci ama e che ci sosterrà. La gara di andata? Facemmo qualche errore di troppo soprattutto nella gestione del pallone. Servirà calma e qualità, loro sono più fisici. Noi dovremmo giocare sul possesso con la testa accesa sempre. I 5 cambi? Sempre un vantaggio, ci aiuta ad essere più forti”.

“Voglia di rivincita? No, non ne ho – ha detto sul rapporto con la sua ex squadra -. Vado dietro alla mia voglia di lavorare e devo essere fortunato nel trovare giocatori che la pensano come me e mi fanno fare bella figura. E’ una gara importante, le carriere di tutti dipendono da queste gare qui. Ci teniamo tantissimo, ma non sarà una rivalsa: lì ho lasciato calciatori che mi stimano e che stimo tantissimo”.

Osimhen? Dite che non ha ancora segnato contro le big, anche se queste partite finora non le ha giocate. E’ difficile fare gol da casa – ha scherzato -. L’immagine di Doveri con lo zaino dell’Inter? La Finanza lo ha fermato e lo ha aperto… dicono che all’interno c’erano mozzarelle (ride, ndr)”.

“Servirà cazzimma, sicuramente quel termine rende bene l’idea – ha aggiunto -. Stare davanti ad uno stadio pieno per quanto possibile ci mette tanta gioia e dobbiamo meritare quel sostegno. Il presidente De Laurentiis ha pensato alle difficoltà di questo periodo: vuole riportare la gente allo stadio e ha abbassato drasticamente i prezzi. Penso sia la strada giusta, anche quando saranno ampliate le possibilità di ingresso allo stadio”.

Rispondi

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato sulle ultime notizie di calcio e sport

LE ALTRE NEWS