VERRATTI investe nel METAVERSO: acquistata isola su “The Sandbox”

Marco Verratti, centrocampista del PSG, è uno dei primi calciatore a fare il suo ingresso nel “metaverso“: il giocatore italiano ha infatti comprato un isola esclusiva su “The Sandbox“, diventando di fatto possessore di un immobile digitale.

PUBBLICITA

Acquistare terre e beni virtuali sta diventando una tendenza sempre più diffusa tra sportivi, ma anche membri del settore del cinema e della musica. The Sandbox, in particolare, è un mondo tridimensionale che ha messo 25 isole digitali in vendita da Exclusible, market specializzato in NFT di lusso. Tra gli acquirenti, oltre a Verratti, ci sono anche i nomi di Sara Sampaio (modella), Kingsley Coman (calciatore del Bayern Monaco), Ana Ivanovic (ex tennista) e Stanislav Wawrinka (tennista).

“Sono sempre stato appassionato di innovazione e tecnologia, e da poco mi sono appassionato al mondo del blockchain e del metaverso – ha spiegato il centrocampista -. L’isola non sarà solo mia, ospiterà migliaia di amici e fans disposti a condividere esperienze: non vedo l’ora di vedere realizzato il futuro che ho immaginato”.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Notizie del giorno

Calzona proverà a schierare Zielinski?

Ultima Partita

Prossima Partita

Classifica

Leggi anche

Reazione Kvara dopo cambio, Calzona non l’ha presa bene. ADL ora potrebbe multarlo

Il Napoli ha ottenuto un pareggio complessivamente positivo, considerando il momento attuale della squadra e la forza dell'avversario, nella partita contro il Barcellona. Tuttavia, un aspetto negativo è emerso durante la prestazione al Diego Armando Maradona, rappresentato da Khvicha Kvaratskhelia. Il talentuoso giocatore georgiano, al momento della sua sostituzione, ha chiaramente mostrato il suo disagio per la decisione del mister Calzona, con il quale ha avuto ieri un confronto a Castel Volturno. Il tecnico...

De Laurentiis non molla: proverà di nuovo a convincere Hamsik a tornare

C’è un filo sottile ma indistruttibile che unisce Hamsik a Napoli. Città e squadra. E non è un caso che Calzona lo avrebbe voluto nel suo staff tecnico proprio come nella nazionale slovacca e che De Laurentiis non si sia ancora rassegnato all’idea di rimandare l’appuntamento: per il momento Marek non se la sente di lasciare la famiglia, i figli, la sua Academy e la Slovacchia. Ma domani, poi, chissà. L'edizione odierna del Corriere dello...