Diamanti: “Napoli? Era una strage annunciata dopo l’addio di Spalletti”

“Il sistema VAR non mi convince perché spesso viene utilizzato in modo inefficace. Ricordo la partita Sassuolo-Fiorentina, dove abbiamo assistito a un gol annullato al Sassuolo, un rigore prima concesso ai padroni di casa e poi annullato, seguito da un rigore assegnato alla Fiorentina, con conseguente controllo VAR, una parata del portiere da verificare e quindi un altro stop con il VAR. Ho spento la televisione dopo dieci minuti. Ci sono troppi start and stop con il VAR. In Inghilterra è diverso? L’Italia dovrebbe prendere spunto da chi gestisce meglio certe situazioni”. Lo ha detto il tecnico del Melbourne City Youth Alessandro Diamanti nel corso di una conferenza stampa a Montemurlo (Prato), in attesa di partecipare con la sua squadra alla Viareggio Cup.

PUBBLICITA

“La Nazionale italiana è guidata dal miglior allenatore possibile, Spalletti”, ha aggiunto l’ex fantasista di Bologna, Fiorentina e Atalanta. “Spalletti saprà fare le scelte giuste, anche in attacco. Manca ancora molto per risolvere eventuali problemi legati alla posizione di centravanti. L’Europeo sarà difficile come sempre, ma l’Italia, in certe situazioni, riesce sempre a farsi valere e sono ottimista.”

“Riguardo alla Serie A, vedo un’Inter forte, la Juventus ha trovato la quadra, la stagione del Napoli sembra compromessa dopo la partenza di Spalletti, la Roma sembra essersi ripresa con De Rossi, la Fiorentina potrebbe recuperare se Belotti si inserisce bene, dato che finora, secondo me, l’unico elemento mancante era un attaccante. Mi piace molto anche il Bologna, che sta facendo un buon lavoro”.

“Negli ultimi sette-otto anni, nel club rossoblù, le cose sono state fatte nel modo giusto, a partire dal presidente. Thiago Motta ha dato una nuova organizzazione alla squadra e hanno un attaccante, Zirkzee, che mi impressiona molto. Sono una realtà interessante. Riguardo a Gilardino, non mi aspettavo che diventasse allenatore, ma quando me lo ha comunicato, sapevo che avrebbe lottato per diventare bravo. Ha un’umiltà e un’intelligenza straordinarie. È stato un calciatore di successo e sarà un allenatore di successo perché è una persona di valore.”

“In Australia, le strutture sono migliori che qui in Italia, sia per quanto riguarda i campi di allenamento che gli stadi”, ha proseguito. “Non è possibile fare paragoni tra il calcio australiano, che è il quarto sport del paese, e quello italiano, che è il primo. Qui ci sono troppe polemiche, ma il calcio australiano ha ancora molto da imparare dal calcio italiano.”


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Notizie del giorno

Ultima Partita

Prossima Partita

Classifica

Leggi anche

Nel Napoli di Calzona rientra anche Zielinski

a Con un approccio improntato sull'ottimismo, il Napoli Calcio, guidato dall'allenatore Calzona, si appresta a vivere una settimana intensa con l'impegno di ben tre partite, iniziando dal campo di Cagliari. La gestione della rosa sarà chiave per affrontare il fitto calendario, ancora di più in considerazione delle voci ottimistiche provenienti dall'infermeria. Il concetto di turnover emerge come una strategia fondamentale per mantenere la squadra fresca e dare spazio a tutti gli elementi del gruppo. Fiducia nei Confronti...

Napoli-Juventus, da lunedì parte la vendita libera dei biglietti: info e prezzi

La SSC Napoli comunica che dalle ore 12:00 di lunedì 26/02/2024 inizierà la Vendita Libera (Fase 2) per la partita Napoli-Juventus in programma il 03/03/2024 alle ore 20:45. Dopo le determinazioni da parte dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, la Vendita Libera (Fase 2), senza obbligo di Fidelity Card, sarà riservata ai soli residenti nella regione Campania. Tutti i residenti nelle altre regioni potranno acquistare il proprio tagliando solo se in possesso di fidelity card della SSC...