Calciatore ucciso a Milano: chiesta conferma ergastolo per madre e figlio

Sviluppi nel caso della morte di Andrea La Rosa, ex calciatore e dirigente sportivo ucciso a Brugherio nel novembre 2017. La Procura generale della Cassazione ha infatti chiesto il rigetto dei ricorsi e la conferma della condanna all’ergastolo per madre e figlio del giocatore (Antonietta Biancaniello e Raffaele Russo), così come stabilita dalla Corte d’Assise d’Appello di Milano.

PUBBLICITA

L’omicidio risale al 14 novembre 2017 in via Cogne 20, a Brugherio, comune della provincia di Monza e Brianza. Mamma e figlio avrebbero ucciso La Rosa nella cantina dell’appartamento per questioni legate al denaro: i due, infatti, secondo la ricostruzione avrebbero dovuto restituire un’ingente quantitativo di soldi da lui prestati.

La discussione si è incentrata sui ricorsi dei difensori degli imputati, gli avvocati Corrado Limentani ed Ermanno Gorpia. Il primo ha presentato la motivazione del “travisamento della prova in relazione all’omessa qualificazione del reato di omicidio nelle ipotesi di tentato omicidio e omicidio colposo”, sostenendo che Biancaniello era “certa” che La Rosa, narcotizzato e accoltellato, fosse morto quando fu spinto in un fusto di benzina ritrovato poi nel bagagliaio dell’anziana.

Gorpia ha invece chiesto alla Suprema Corte di accogliere il ricorso e rinviare a un processo d’appello bis disponendo la perizia psichiatrica su Rullo per stabilire la sua capacità di intendere e di volere al momento del fatto. La decisione del collegio della prima sezione penale, presieduto da Angela Tardio potrebbe arrivare in serata.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Notizie del giorno

Calzona proverà a schierare Zielinski?

Ultima Partita

Prossima Partita

Classifica

Leggi anche

De Laurentiis non molla: proverà di nuovo a convincere Hamsik a tornare

C’è un filo sottile ma indistruttibile che unisce Hamsik a Napoli. Città e squadra. E non è un caso che Calzona lo avrebbe voluto nel suo staff tecnico proprio come nella nazionale slovacca e che De Laurentiis non si sia ancora rassegnato all’idea di rimandare l’appuntamento: per il momento Marek non se la sente di lasciare la famiglia, i figli, la sua Academy e la Slovacchia. Ma domani, poi, chissà. L'edizione odierna del Corriere dello...

Osimhen da record in Champions: in un dato è dietro solo ad Haaland e Mbappé

Nella sfida contro il Barcellona, Victor Osimhen ha siglato il sesto gol al Maradona nelle ultime sei partite casalinghe di Champions League. In questa particolare classifica, che considera le prestazioni dall'inizio della scorsa stagione, i soli giocatori capaci di segnare più gol in uno stadio specifico nella competizione sono Haaland all'Etihad con 12 reti e Mbappé al Parco dei Principi con 9. Questi numeri piazzano Osimhen tra i migliori attaccanti al mondo, spesso considerato il...