giovedì, Maggio 23, 2024

NAPOLI NEWS

LEGGI ANCHE

La UEFA approva la nuova CHAMPIONS a 36 squadre: i dettagli

    Il Comitato Esecutivo della Uefa ha approvato il nuovo format della Champions League, che prenderà il via ufficialmente a partire dalla stagione 2024-25.

    DA 32 A 36 SQUADRE PARTECIPANTI
    Si tratta di una vera e propria rivoluzione per la massima competizione europea per club, a partire dal numero di partecipanti. Da 32 si passa a 36 squadre. I quattro posti in più saranno così assegnati: uno al club terzo classificato nel campionato al quinto posto del ranking (attualmente la Francia), un posto ad una vincitrice del campionato (che si qualificherà attraverso il cosiddetto ‘percorso Campioni’) e altri due posti alle federazioni meglio piazzate nella stagione precedente (in questo momento sarebbero Olanda e Inghilterra).

    LA FASE A GIRONI DIVENTA UN MINI CAMPIONATO
    Cambia anche il calendario della competizione. La fase a gironi diventerà un vero e proprio “mini-campionato” con tutte le squadre in gara. Ognuna di queste disputerà otto gare contro otto club diversi (quattro in casa, quattro in trasferta) andando a stilare una classifica che comprenderà tutte e 36 le squadre in corsa. Le prime otto si qualificano direttamente agli ottavi di finale, mentre quelle piazzate dalla nona alla 24esima si sfideranno in spareggi (andata e ritorno) per l’accesso agli ottavi.

    ANCHE EUROPA E CONFERENCE LEAGUE CAMBIANO
    Le novità riguarderanno anche il format dell’Europa League (anche qui otto partite di ‘regular season’) e Conference League (sei partite). Entrambi i tornei saranno a 36 squadre.

    CEFERIN: “RISPETTATI VALORI DEL MERITO SPORTIVO”
    “La Uefa ha dimostrato chiaramente di impegnarsi per rispettare i valori fondamentali dello sport – ha detto il presidente Ceferin -. Le qualificazioni saranno basate sul merito sportivo, cosa in linea con i valori ed il modello sportivo europeo. Abbiamo ascoltato le visioni di tifosi, giocatori, allenatori, federazioni, club e leghe per trovare la migliore soluzione per la crescita ed il successo del calcio europeo per nazionali e club. Sono molto contento che la decisione sia stata unanime”.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

    Leggi anche