Le pagelle del NAPOLI: incubo FABIAN, fantasma INSIGNE

Il Napoli va ko nello scontro Scudetto contro il Milan. Allo stadio Maradona passano i rossoneri grazie ad un gol di Giroud. Male Fabian Ruiz e Insigne, si salvano solo Lobotka e Osimhen. Ecco le pagelle degli azzurri.
Ospina: 6. Beffato dalla deviazione improvvisa di Giroud, attento sulle situazione successive con Bennacer prima e Hernandez poi. Fa il suo lavoro.
Di Lorenzo: 6. Difende ordinatamente, lavora anche quasi da attaccante aggiunto in diverse circostanze. Mostra anche personalità: il primo a reagire dopo il gol subito servendo Osimhen per un tiro pericoloso.
Rrahmani: 6. Non commette particolari errori in fase difensiva. Sale molto in un paio di occasioni, scelta che gli costa anche un giallo a fine primo tempo.
Koulibaly: 5. In affanno, rischia con una brutta entrata su Giroud beccandosi un giallo che lo condiziona. E’ lui a tenere clamorosamente in gioco il francese in occasione del gol partita.
Mario Rui: 6. Si spinge in avanti in diverse occasioni non facendo mancare la grinta nei convulsi minuti finali lottando sui palloni e tentando qualche giocata.
Fabian Ruiz: 4,5. Irriconoscibile: sbaglia passaggi elementari, fa imbufalire tanto il Maradona sbagliando le scelte in alcune ripartenze potenzialmente interessanti. In serata no: può capitare (dal 76′ Mertens: sv).
Lobotka: 6. Non butta mai via il pallone e regge il peso del centrocampo in una serata in cui il suo compagno di reparto Fabian fa tanta fatica. Col passare dei minuti il Milan prende campo e lui trova meno spazio (dall’81’ Lozano: sv).
Politano: 5. In avvio di gara prova a rischiare qualche giocata, ma sbaglia spesso le scelte. Un po’ appannato (dal 67′ Ounas: 6,5. Entra bene e sfiora il gol subito).
Zielinski: 5. Lavora in fase di impostazione ma in attacco non arrivano giocate decisive o degne di nota. Sono troppe le partite senza gol o assist per lui (dall’82’ Anguissa: sv).
Insigne: 4,5. Un fantasma: tocca pochissimi palloni, quando prova qualche giocata finisce per perdere il pallone immediatamente. Troppe ingenuità (dal 67′ Elmas: 5,5. Prova a farsi vedere ma non crea nulla).
Osimhen: 6. E’ quello che prova più spesso a concludere verso la porta. Nel primo tempo non centra lo specchio, nella ripresa meglio ma trova l’opposizione di Maignan. Prestazione comunque sufficiente.

Rispondi

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato sulle ultime notizie di calcio e sport

LE ALTRE NEWS