Le PAGELLE del NAPOLI: OSIMHEN arma letale, scossa MERTENS

Il Napoli vince la sua seconda partita di fila e aggancia momentaneamente il Milan in vetta alla classifica. Battuto l’Udinese 2-1 grazie ad un gran secondo tempo: formidabile Osimhen (doppietta), bene Mertens dalla panchina ed i due assist-men, Di Lorenzo e Mario Rui. Ecco le pagelle.

Ospina: 6. Beffato da un tiro ben piazzato da Deulofeu, si riscatta con una gran parata su Marì poco dopo, evitando lo 0-2.

Di Lorenzo: 7. Cresce nella ripresa soprattutto offensivamente ed è la chiave della rimonta: suo l’assist per il 2-1 firmato Osimhen, come a Verona. Esce dopo un brutto scontro di gioco con Silvestri (dal 78′ Zanoli: sv).

Rrahmani: 6. In avvio di gara soffre tantissimo la velocità di Beto, che poi lo perdona sbagliando tanto tecnicamente. Nella ripresa gli azzurri poi chiudono la porta e non corrono più pericoli.

Koulibaly: 6. Non si intende con il resto della retroguardia concedendo lo spazio a Deulofeu per concludere a rete in occasione dello 0-1. Per il resto è attento come sempre.

Mario Rui: 6,5. Fatica in avvio, ma la ripresa è perfetta: assist per l’1-1 di Osimhen, colpisce il palo sfiorando la marcatura personale e compie un intervento importante nel finale su Deulofeu.

Anguissa: 6,5. Perde un pallone sanguinoso nei primi minuti, poi non sbaglia più nulla. Interessante anche in questo ruolo più avanzato, dove ritaglia spazi interessanti.

Lobotka: 7. Riesce a tenere sempre il sangue freddo con il pallone tra i piedi, anche nei momenti più delicati. La manovra del Napoli passa sempre dai suoi piedi.

Fabian Ruiz: 5,5. Appannato, spesso rallenta troppo il gioco nonostante dai suoi piedi arrivi l’occasione più pericolosa del primo tempo (dal 46′ Mertens: 7. Dà la scossa ai suoi, quello che serviva dopo un brutto primo tempo).

Politano: 6. Nel complesso una gara sufficiente, anche se spesso si intestardisce nelle giocate. Vicino al gol proprio poco prima della sostituzione (dal 70′ Zielinski: sv).

Osimhen: 8. Offre la replica dello show mostrato a Verona sei giorni dopo: uno-due mortifero, due gol da attaccante vero. Pesa tantissimo il giallo (dubbio) nel finale: salterà l’Atalanta.

Insigne: 6,5. Il più pericoloso nel difficile primo tempo degli azzurri. Va calando nella ripresa ma il bilancio è positivo e conquista gli applausi del pubblico (dall’88’ Elmas: sv).

Rispondi

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato sulle ultime notizie di calcio e sport

LE ALTRE NEWS