Scontri dopo CAGLIARI-NAPOLI: altri cinque tifosi sardi indagati

Prosegue l’attività della Digos per identificare i responsabili degli scontri all’esterno dell’Unipol Domus dopo la partita tra Cagliari-Napoli dello scorso 21 febbraio.

Nelle ultime ore è salito a 11 il numero di tifosi indagati dalle forze dell’ordine con altre cinque denunce ai danni di supporter sardi, appartenenti al gruppo ultrà degli “Sconvolts” e di età compresa tra i 21 e i 55 anni. Questi ultimi sarebbero già destinatari di Daspo e accusati di associazione a delinquere, violenza e resistenza a pubblico ufficiale, radunata sediziosa, lancio di materiale pericoloso e porto di oggetti per offendere.

I cinque ultrà indagati avrebbero preso parte alla maxi rissa scoppiata all’esterno dello stadio dopo il fischio finale della partita. Nel mirino della Digos anche il “corteo” che i tifosi del Napoli hanno fatto prima della partita per le strade di Cagliari con cori e slogan contro la città e la tifoseria avversaria.

Rispondi

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato sulle ultime notizie di calcio e sport

LE ALTRE NEWS