Il Milan batte il Napoli: bene Kvara e Mazzocchi in crescita, le pagelle degli azzurri

Gollini: 5,5. L’uscita sul gol di Theo Hernandez che decide la sfida non è pulita e il terzino francese lo infila sul suo palo. Poco dopo è attento su Leao, rischia grosso anche sul tiro di Florenzi salvandosi in due tempi.

PUBBLICITA

Ostigard: 6. Attento in marcatura, si distingue positivamente chiudendo con determinazione in situazioni di uno contro uno con un cliente scomodo come Leao (dal 46′ Politano: 6,5. Entra con la solita determinazione in una delle sfide che sente di più, pericoloso da fuori area).

Rrahmani: 6. Attento su Giroud, perde qualche pallone pericoloso ma se la cava perché il Milan non sfrutta.

Juan Jesus: 5. L’azione rapida e veloce firmata Giroud-Leao-Theo lo sorprende e non si fa trovare pronto nella circostanza. In affanno anche in altre situazioni.

Di Lorenzo: 5,5. La scelta di adottare una difesa a cinque sembra avere un impatto negativo sul suo rendimento. La mancanza di spazio per esprimere appieno le sue capacità migliori si traduce in una performance non eccellente.

Anguissa: 5,5. In avvio pimpante, fa girare bene il centrocampo ma esce dalla partita con il passare dei minuti, come ormai suo solito.

Lobotka: 6. Attento, nei primi minuti la manovra è fluida grazie alla sua solita gestione ordinata del pallone. Manca lo spunto decisivo.

Zielinski: 5. Spesso e volentieri lontano dall’azione e poco coinvolto, dai suoi piedi solo azioni ininfluenti (dal 76′ Lindstrom: 6,5. Buon ingresso, per poco non provoca l’autogol del pari).

Mazzocchi: 6,5. Nella ripresa sale in cattedra e diventa uno dei più pericolosi da quella parte. Mazzarri ingiustamente lo toglie dal campo proprio in quel momento (dal 76′ Olivera: 6).

Kvaratskhelia: 6,5. La luce del Napoli nella maggior parte dei casi, ubriaca con una serie di dribbling i difensori rossoneri molto statici come Gabbia e Kjaer. Manca il guizzo decisivo, ad esempio nell’occasione in contropiede della ripresa che lo mette davanti alla porta.

Simeone 5,5. Si inserisce e anticipa con i tempi giusti il marcatore al 10′ ma è sfortunato a sbagliare di poco. Frettoloso poco dopo sull’errore di Bennacer: non inquadra la porta (dal 55′ Raspadori: sv).


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Le Notizie del giorno

Ultima Partita

Prossima Partita

Classifica

Leggi anche

Kvara: la reazione al cambio, la posizione del club

Non è la prima volta che l’attaccante, in questa stagione, contesta un cambio. L’ha già fatto con Garcia in Genoa-Napoli. Secondo alcune indiscrezioni emerse ieri, la reazione di Khvicha Kvaratskhelia al momento del cambio in favore di Jesper Lindstrom contro il Barcellona potrebbe valergli addirittura una punizione, con l'esclusione dal prossimo match col Cagliari. Un'ipotesi di cui parla anche il Corriere del Mezzogiorno: "L’atteggiamento di Kvara non è piaciuto a nessuno: né all’allenatore Calzona, né a...

I giornalisti spagnoli: Il Napoli sarà più forte al ritorno a Barcellona

Il giornalista Mario Gago, di Onda Cero, ha partecipato al programma "Solo per la maglia", trasmesso su Tele Club Italia e Netlike, per discutere della partita Napoli-Barcellona. Gago ha analizzato il modo in cui entrambe le squadre hanno affrontato il match. Nel corso della trasmissione, Gago ha sottolineato come il Barcellona abbia iniziato la partita con grande aggressività e pressing, mettendo in difficoltà il Napoli nei primi trenta minuti. Tuttavia, nonostante le occasioni create, i...