lunedì, Aprile 15, 2024

NAPOLI NEWS

LEGGI ANCHE

Il giudice Visone: “Per Rocchi ipotesi frode sportiva e indagine”

Le dichiarazioni del pm della DDA di Napoli, Giuseppe Visone, giungono dopo le confessioni di un arbitro di Serie A a Le Iene.
Il pm ha affermato che Rocchi non può essere più il designatore degli arbitri della CAN A e B a causa di una serie di episodi che lo vedono coinvolto. Visone ha incluso la scelta discutibile di designare Rapuano per la finale di Supercoppa, definendola un errore che vale doppio, soprattutto perché si trattava di una finale in un palcoscenico internazionale dove si promuoveva il calcio italiano.
Sul fronte della giustizia sportiva e ordinaria, Visone ha affermato che nonostante si tratti di una denuncia anonima inutilizzabile ai fini probatori, ci sono gli estremi per l’iscrizione per frode sportiva e per avviare un’indagine.

 

Rocchi non può più essere, a questo punto, il designatore degli arbitri della CAN A e B. Questa è solo l’ultima di una serie di episodi che lo hanno visto protagonista e rispetto ai quali ha una responsabilità diretta. Ricordiamo come accusava in conferenza stampa i giocatori del Verona per il rigore sbagliato al fine di giustificare gli errori commessi da Fabbri.

Anche questa è stata una scelta discutibile. Sapevamo dapprima che gli ufficiali designati non erano tra i migliori. Errore che vale doppio soprattutto perché si giocava una finale, in un palcoscenico internazionale in cui si promuoveva il calcio italiano“.

“Cosa può accadere sul fronte della giustizia sportiva e ordinaria? E’ una denuncia anonima quindi inutilizzabile a fini probatori, ma ci sono gli estremi per una iscrizione per frode sportiva e per avviare un’indagine“.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Sport Napoli è presente anche sul servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News

LIVE NEWS