martedì, Giugno 25, 2024

Kvaratskhelia sempre educato, il gesto verso Garcia ancora più clamoroso

La sostituzione di Kvaratskhelia nella partita contro il Genoa ha suscitato molti dubbi, e anche il georgiano è rimasto molto perplesso.

La Gazzetta dello Sport ha analizzato la sostituzione di Khvicha Kvaratskhelia nella partita contro il Genoa. “Anche un anno fa Luciano Spalletti aveva sostituito tre volte nelle prime quattro giornate Khvicha Kvaratskhelia, mettendolo in panchina (per turn over) contro il Lecce. Ma il tecnico allora lo faceva per avere sempre in forma e decisivo il suo gioiello georgiano che intendeva tutelare. Le ultime sostituzioni, con la Lazio e soprattutto a Genova, sono apparse di difficile comprensione”.

Poi si legge: “Comprensione complicata non tanto per l’opinione pubblica ma per il diretto interessato. Kvaratskhelia è un ragazzo educato e rispettoso, quasi un soldato per comportamenti. Per questo il suo gesto dopo la sostituzione sabato sera a Marassi è apparso ancora più clamoroso. Poi immediatamente è rientrato con il saluto a Garcia quando è arrivato in panchina. Dunque nessun ammutinamento, sia chiaro, ma sicuramente un malessere che rende triste il campione georgiano”.

“Sostituendo il georgiano con Alessio Zerbin diventa ancora più incomprensibile la scelta di Garcia, visto che è rimasto inutilizzato in panchina il danese Jesper Lindstrom, vale a dire l’acquisto più costoso dell’ultima sessione di mercato”, si legge in conclusione.

Fonte



Leggi anche