LOBOTKA, parla l’entourage: “Il calcio di SPALLETTI lo esalta”

Il momento d’oro di Stanislav Lobotka si è interrotto poco dopo il triplice fischio di Napoli-Inter: lesione al bicipite della coscia destra e un paio di settimane di stop. Nonostante ciò, lo slovacco in questa stagione ha dimostrato finalmente di essere un giocatore di livello, conquistando il posto da titolare in squadra che riprenderà, verosimilmente, al rientro dall’infortunio.

Rafael Kedzior, giornalista vicino all’agenzia Fairsport che costituisce l’entourage del centrocampista, conosce bene i suoi progressi: “Stiamo vedendo il vero Lobotka – ha detto a Radio Marte, nel corso della trasmissione ‘Si gonfia la rete’ -. Ci ha messo tanto, ma all’inizio aveva bisogno di adattarsi: non è facile per i giocatori che arrivano da fuori. Alla fine la differenza l’ha fatta Spalletti: gli ha dato diverse chance di giocare, in più il suo calcio ne ha esaltato le caratteristiche”.

Gattuso? Un tecnico che lo stimava, ma la verità è che Stanislav non era un calciatore adatto al suo tipo di gioco – prosegue -. In più la scorsa stagione è stato vittima di qualche infortunio di troppo che non ha favorito il tutto”.

“Crede allo Scudetto? Lui sì, così come tutta la squadra – insiste -. L’occasione di far bene c’è, poi nessuno può vincerle tutte. Peccato per il pareggio contro l’Inter, la partita poteva essere portata a casa. Ma il Napoli deve giocarsi le sue carte, può farcela”

Barcellona? Una gara dal grande prestigio, peccato che Lobotka non potrà esserci – ha concluso -. Il Napoli non deve avere paura, affronterà una squadra non forte come negli anni passati. Il rinnovo? Una domanda al quale non possiamo ancora rispondere”.

Rispondi

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato sulle ultime notizie di calcio e sport

LE ALTRE NEWS