martedì, Giugno 25, 2024

Il patto di lealtà tra Mazzarri e De Laurentiis

Il Patto di Lealtà tra Mazzarri e De Laurentiis: cosa è stato definito durante l’incontro che ha portato Walter Mazzarri alla guida del Napoli?

E’ stato comunicato al presidente Aurelio De Laurentiis un patto di lealtà che delinea il futuro della squadra. De Laurentiis desiderava un traghettatore e ha incontrato alcune difficoltà con Igor Tudor, non favorevole a un accordo progettuale.

Similarmente, l’ex allenatore del Marsiglia ha manifestato perplessità riguardo alle condizioni offerte dal patron azzurro.

Secondo quanto riportato da Giovanni Scotto su Roma, Mazzarri, considerando la sua giovane età, non ha trovato vantaggioso un impegno a breve termine limitato a sette mesi. Tuttavia, De Laurentiis ha assicurato a entrambi che in caso di una brillante seconda parte di stagione, tutto potrebbe cambiare.

Mazzarri ha sottolineato al presidente che è stato esonerato solo una volta (con l’Inter) e ha sempre concluso in buoni rapporti con le altre società, compreso il Cagliari, dove è stato ufficialmente licenziato per giusta causa dopo un alterco con la dirigenza

. L’allenatore aspirava a cancellare l’etichetta di “allenatore finito”. La chiamata del Napoli rappresenta per lui un’occasione per rilanciarsi nel mondo calcistico e, in caso di successo, tornare ad essere considerato da club di alto livello.

Nonostante il reciproco interesse, Mazzarri desidera aprire un nuovo ciclo, pur comprendendo che la lealtà è un valore inestimabile nel mondo del calcio. De Laurentiis si è dimostrato leale nel ribadire che il suo obiettivo è trovare l’allenatore del futuro, pur mantenendo un’attenzione su Mazzarri. Tuttavia, questa volta, non si intrufolerà personalmente sul campo, almeno si spera.

Fonte


Leggi anche