MORATTI: “Partite vanno giocate in contemporanea. Scudetto? Temo il NAPOLI”

Massimo Moratti, ex presidente dell’Inter, ha parlato della corsa Scudetto e di calcio in generale ai microfoni di Radio Anch’Io Sport, trasmissione di Rai Radio 1.

Partite in contemporanea? Sarebbe più interessante e giusto giocarle tutte alla stessa ora – dice -. Quest’anno stiamo assistendo a un campionato che ogni domenica mette in pista qualcosa di nuovo. Scudetto? La Juve non è fuori dai giochi, si sta avvicinando a piccoli passi. Non mi aspettavo la sconfitta del Napoli, ma lo ritengo l’avversario forse più serio per l’Inter. Il Milan ha già fatto tantissimo, i tifosi dovrebbero solo ringraziare Pioli. Ora è in un momento di stanca, capita a tutte le squadre”.

“L’Inter? In queste ultime partite servirà continuità, deve mettercela tutta. Contro il Verona abbiamo fatto il passo giusto, giocando bene e convincendo – prosegue Moratti -. Chi prenderei tra Dybala e Lukaku? Il primo è fortissimo, lo prenderei sempre. Ma abbiamo bisogno di un altro attaccante, di riserva o al limite titolare. Lautaro promette sempre tanto, deve offrire un rendimento più stabile. Ha mezzi e classe per farlo, speriamo possa esprimersi meglio in queste partite. Correa? Non è male, crea spazi e mette in condizione Dzeko di far bene”.

L’ex patron nerazzurro si è espresso anche sul caso plusvalenze e sul processo al via domani: “Non conosco bene la vicenda, ma non finirà in un dramma. Ci saranno delle ammende ma le squadre hanno imparato la lezione. Questa cosa ha fatto rumore: il calcio costa e bisogna stargli dietro, senza inventarsi cose per far vedere che non costa”.

Rispondi

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato sulle ultime notizie di calcio e sport

LE ALTRE NEWS