Il Napoli in crisi: De Laurentiis irrequieto e il mercato estivo da rivedere

Il Napoli non riesce a risollevarsi dalla crisi che lo ha colpito nelle ultime settimane. La squadra azzurra, anche nella partita contro la Juventus, ha mostrato enormi limiti difensivi e sterilità in attacco.

PUBBLICITA

I numeri sono preoccupanti: nelle ultime quattro gare di campionato sono arrivate tre sconfitte (Empoli, Inter e Juventus) e una sola vittoria, conquistata a Bergamo contro l’Atalanta. La classifica sta iniziando a diventare deficitaria: al termine dell’attuale giornata di campionato gli azzurri saranno fuori dai primi quattro posti validi per la prossima Champions League.

Aurelio De Laurentiis è sempre più irrequieto e agitato. Dopo la sconfitta contro la Juventus il suo umore era nerissimo. In questi giorni ha prima elogiato con rammarico Luciano Spalletti e poi ha osservato Cristiano Giuntoli, direttore sportivo del Napoli, battere gli azzurri.

Il patron è cosciente di aver condotto un mercato estivo disastroso. Non qualificarsi per la prossima Champions League sarebbe una mazzata fatale per le casse del club partenopeo. Intanto lo Scudetto è già bello che andato.

 La critica di Corbo: “Correre ai ripari nel mercato di gennaio”

Antonio Corbo, giornalista de La Repubblica, ha commentato così la situazione del Napoli: “La terza sconfitta ordina al Napoli di studiare un serio mercato invernale. I progetti per l’acquisizione non facile dello stadio, l’annuncio del rinnovo di Osimhen, la distrazione per celebrare lo scudetto premiando Spalletti con la cittadinanza onoraria. Il Napoli vive nell’apoteosi del futile. Di positivo c’è una migliore tenuta atletica, la squadra ha un’autonomia più ampia, ma la difesa è ancora disordinata”.

“Se non si poteva impedire la partenza di Kim, implacabile nelle sue plastiche chiusure, bisognava almeno spendere qualche soldo per sostituirlo. Lo Scouting come si difende? I danni riconducibili all’addio del gigantesco coreano superano i vantaggi finora rilevati dalla sospirata conferma di Kvara e Osimhen”, ha aggiunto Corbo.

La situazione del Napoli è molto delicata. La squadra azzurra deve trovare al più presto una soluzione per risollevarsi e tornare a competere per i traguardi più importanti.

@riproduzione riservata


Le Notizie del giorno

Ultima Partita

Prossima Partita

Classifica

Leggi anche

Trotta: “Kvara? Reazione discutibile in un momento delicato. Non può permettersi questi atteggiamenti”

Ivano Trotta, allenatore ed ex calciatore del Napoli, ha parlato del momento degli azzurri a 1 Station Radio: "Napoli-Barcellona? Come era prevedibile, il nuovo allenatore non ha avuto un impatto immediato. Queste partite, a mio parere, si preparano quasi automaticamente. Il Napoli ha affrontato un Barcellona meno competitivo degli anni passati, e il rischio evidenziato nella prima mezz'ora è stato motivo di preoccupazione". "Ho notato errori piuttosto evidenti, e il presidente, pur assumendosi le...

Rastelli: “Buon Napoli contro il Barça, ma azzurri sono ancora bloccati psicologicamente”

Massimo Rastelli, ex calciatore del Napoli nonché in passato anche tecnico del Cagliari, è intervenuto ai microfoni di 1 Station Radio per parlare di calcio e del momento degli azzurri dopo il pari contro il Barcellona: “È stata una prestazione positiva, ma ha evidenziato quanto il Napoli sia attualmente bloccato psicologicamente. La squadra sembrava timorosa, commettendo numerosi errori anche nei passaggi più brevi. Il Barcellona, consapevole di queste difficoltà, ha iniziato aggressivo, ma il...