Rigore non dato al TORINO contro l’INTER, è polemica

Un lunedì di polemiche in seguito al posticipo tra Inter e Torino, finito in parità sul risultato di 1-1 ma con tante recriminazioni per un rigore non dato ai granata.

Siamo al minuto 36 del primo tempo, punteggio di 1-0 per il Torino dopo la rete del vantaggio firmata Bremer. Belotti riceve in area, controlla male ma trova comunque spazio per entrare in area: Ranocchia entra in scivolata e lo stende. Scattano le proteste, ma l’arbitro Guida non assegna il penalty e non va a rivedere il contatto al VAR. La gara prosegue regolarmente fino al pari di Sanchez, arrivato nei minuti finali.

Il giorno dopo è polemica sul contatto Belotti-Ranocchia: “E’ un rigore che a due metri vede anche un bambino di due anni, non serve essere arbitri internazionali – dice l’ex direttore di gara Paolo Casarin a Radio Uno, nel corso della trasmissione Radio Anch’io Sport -. Se Guida non riesce a vedere bene l’azione, il VAR lo deve aiutare facendogliela rivedere. Non intervenire è il vero fallimento di questo sistema, bisogna prendere provvedimenti: questi protocolli inutili sono stati fatti per complicare un gioco semplice. Il VAR è un soccorso, non un ente burocratico”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIME NOTIZIE

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato sulle ultime notizie di calcio e sport

TI POTREBBE INTERESSARE